de fr it

Noréaz - En Praz des Gueux

Stazione palafitticola del Neolitico all’estremità occidentale del lago di Seedorf, nel comune di Noréaz (FR), iscritta nella lista del patrimonio mondiale dell’Unesco nel 2011.

Noréaz - En Praz des Gueux: carta di situazione 2018 (Geodati: Ufficio federale di statistica, Swisstopo, OpenStreetMap) © 2019 DSS.
Noréaz - En Praz des Gueux: carta di situazione 2018 (Geodati: Ufficio federale di statistica, Swisstopo, OpenStreetMap) © 2019 DSS.

Posto in fondo a una piccola vallata che separa Prez-vers-Noréaz da Noréaz, a ca. 10 km a ovest della città di Friburgo, il sito d’En Praz des Gueux si distingue per la sua situazione geografica. A differenza delle altre stazioni litorali friburghesi, ma analogamente ai villaggi di Wauwilermoos (LU), il contesto insediativo di questo sito è un piccolo lago circondato da una vasta palude a oltre 600 m di altitudine. Come altri laghi dell’Altopiano svizzero, Seedorf è un paleolago che si è costantemente ridotto dopo l’ultima glaciazione. Attualmente la stazione si trova a oltre un centinaio di metri dalla riva occidentale del lago in una palude con condizioni di conservazione specifiche, ossia un terreno torboso piuttosto acido.

Vista panoramica del laghetto di Seedorf. Fotografia, 2018 (Service archéologique de l’Etat de Fribourg).
Vista panoramica del laghetto di Seedorf. Fotografia, 2018 (Service archéologique de l’Etat de Fribourg). […]

Scoperto per caso nel 1971 da due agricoltori della regione in occasione di lavori di drenaggio, il sito si è subito rivelato di grande interesse: nello strato archeologico, spesso una trentina di centimetri, sono stati rinvenuti reperti in osso e in palco di cervide, in pietra e in ceramica nonché elementi architettonici in legno. Si stima che la stazione si estendesse su almeno 1200 m2, ma è possibile che un tempo il villaggio fosse di dimensioni maggiori. Al di fuori del perimetro dello strato archeologico sono stati infatti trovati dei pali infissi e alcuni tronchi distesi. Gli studi stilistici dei reperti e le datazioni dendrocronologiche hanno permesso di situare l’occupazione del sito tra il 3885 e il 3816 a.C., riferibile quindi alla cultura del Cortaillod classico. Di conseguenza l’insediamento è contemporaneo dei primi villaggi litorali costruiti sulle rive dei laghi di Morat, Neuchâtel e Bienne, come Murten-Dorf, Meyriez-Village e Twann-Bahnhof.

Riferimenti bibliografici