de fr it

LenyBider

Leny Harold

8.11.1894 Langenbruck, 7.7.1919 Zurigo, riformata, di Langenbruck. Titolare di un atelier di moda e attrice cinematografica.

Ritratti fotografici di Leny Bider. A sinistra: fotografia di moda realizzata verso il 1916 sul campo di tennis dell'albergo Belvoir a Zurigo dall'atelier Schneider. A destra: fotografia modello per i manifesti del film La guida alpina, realizzata nel 1917 dall'atelier Camille Ruf a Zurigo (Fotosammlung Johannes Dettwiler-Riesen, Thun).
Ritratti fotografici di Leny Bider. A sinistra: fotografia di moda realizzata verso il 1916 sul campo di tennis dell'albergo Belvoir a Zurigo dall'atelier Schneider. A destra: fotografia modello per i manifesti del film La guida alpina, realizzata nel 1917 dall'atelier Camille Ruf a Zurigo (Fotosammlung Johannes Dettwiler-Riesen, Thun).

Julie Helene Bider era la minore dei tre figli di Jakob Bider, tesoriere, commerciante di panni e Granconsigliere di Basilea-Campagna, e di Frieda Maria nata Glur. Di famiglia benestante, era molto legata a suo fratello, Oskar Bider, pioniere dell'aviazione svizzera. In seguito alla morte prematura della madre nel 1907, la famiglia si trasferì a Basilea, dove Bider frequentò la scuola femminile fino alla morte improvvisa del padre nel 1911. Dopo aver vissuto alcune settimane a Liestal presso lo zio e tutore Max Albert Glur, rettore della scuola secondaria femminile, e sua moglie, Martha Glur-Forster, nel maggio 1911 entrò nel pensionato femminile Clos du Matin a Losanna. Descritto nel suo diario come «gabbia», Bider lo abbandonò dopo meno di un anno. In seguito fu mandata per alcuni mesi nella scuola di economia domestica nella tenuta di Ralligen a Merligen sulle rive del lago di Thun e dal 1913 al 1914 lavorò come ragazza alla pari in Inghilterra, curando i bambini di diverse famiglie.

La guida alpina. Dramma nelle Alpi svizzere. Film di Eduard Bienz con Leny Harold (pseudonimo di Leny Bider) nel ruolo della protagonista Marie Egger, prodotto da Marie Lips-Mattler e dalla Schweizer Express Films (Basilea), 1917. Spezzone della copia restaurata nel 2020 dalla Cinémathèque suisse con il sostegno di Memoriav (Cinémathèque suisse, Penthaz).
La guida alpina. Dramma nelle Alpi svizzere. Film di Eduard Bienz con Leny Harold (pseudonimo di Leny Bider) nel ruolo della protagonista Marie Egger, prodotto da Marie Lips-Mattler e dalla Schweizer Express Films (Basilea), 1917. Spezzone della copia restaurata nel 2020 dalla Cinémathèque suisse con il sostegno di Memoriav (Cinémathèque suisse, Penthaz). […]

Dal 1915 Leny Bider visse a Zurigo, dove frequentò una scuola di arte drammatica per il cinema muto. Gestì inoltre un atelier di moda nella mansarda di uno stabile sulla Bahnhofstrasse (novembre 1916-settembre 1917); disegnò diversi modelli per cappelli, partecipò a esposizioni d'arte e lavorò come fotomodella. Nel 1917 fu comprimaria nel cortometraggio Frühlingsmanöver, facendo scalpore poiché in un ruolo femminile apparve in pantaloni. Il film, che fu un successo di pubblico, non venne accolto positivamente dalle autorità perché poco lusinghiero nei confronti dell'esercito. Con lo pseudonimo Leny Harold, lo stesso anno interpretò il ruolo di protagonista nel primo film svizzero per il cinema, La guida alpina, che conteneva anche un bacio, una scena scandalosa per l'epoca. Considerata l'astro nascente del cinema svizzero per il suo talento nella recitazione, tuttavia non proseguì la carriera di attrice. Il 5 luglio 1919 Leny Bider ed Ernst Theodor Jucker, titolare di una farmacia, annunciarono il loro matrimonio sul foglio di Basilea-Campagna Der Landschäftler. Due giorni dopo, il 7 luglio, Oskar Bider morì in un incidente aereo e Leny Bider si sparò nella propria stanza presa in affitto in un ex albergo a Zurigo. I fratelli vennero sepolti insieme alcuni giorni dopo a Langenbruck.

Nel 2009 l'associazione femminile di Langenbruck organizzò una mostra dedicata alle creazioni di moda di Bider e il comune di Langenbruck le intitolò una piazza. Nel 2011 Margrit Schriber pubblicò il romanzo Das zweitbeste Glück sulla vita dei fratelli Leny e Oskar Bider.

Riferimenti bibliografici

Link
Scheda informativa
Variante/i
Julie Helene Bider (nome alla nascita)
Leny Harold (pseudonimo)

Suggerimento di citazione

Tamara Suter: "Bider, Leny", in: Dizionario storico della Svizzera (DSS), versione del 17.08.2022(traduzione dal tedesco). Online: https://hls-dhs-dss.ch/it/articles/060641/2022-08-17/, consultato il 28.11.2023.